">
home
the home of antique clocks
 
 
homeastrarioplanetarioregolatori8 giorni30 oreorologi solari
Revisionare una pendoletta
smonto i componenti delle platine

Desidero precisare che quanto segue è la descrizione di quanto io faccio per revisionare un movimento di un orologio. Altresì desidero puntualizzare che non posso essere ritenuto rersponsabile per danni a cose o persone cui potrebbero incorrere coloro i quali revisionano un orologio attenendosi al mio resoconto.


  13

Una volta tolto il quadrante, il movimento si presenta come nella foto.

Ad una ad una tolgo tutte le viti che fissano i vari componenti che metto in un cestello ( di quelli recuperati dopo aver usato la ricotta che contenevano).


14

Onde evitare, all'atto del rimontaggio del movimento, di fare confusioni con le viti, mano a mano che le svito, preferisco sistemarle dentro a dei fori che ho praticato in un pezzo di compensato .

Ciascun foro è corredato con delle indicazioni sulla destinazione delle viti contenute

 
15

Una volta tolti tutti i componenti , la platina superiore si presenta come nella fotografia.

Come si può facilmente constatare dalla foto il vecchio mito secondo il quale se un pò di olio fa bene, un pò di più è meglio, è difficile da sfatare.

Qualcuno deve aver pensato che cospargendo con tanto olio l'orologio , esso avrebbe funzionato meglio.......


16
Smonto ora tutti i componenti che alloggiano sulla platina posteriore

17
Dopo aver tolto le rispettive spinette, per sfilare dai rispettivi assi il martelleto della campana e la ruota partitoria, mi aiuto con due levette (che ho costruito io) utilizzandole come nella foto.

Smonto gli altri componenti come ho fatto per la platina anteriore
.

18
La platina posteriore si presenta ora come nella fotografia.

19
Svito ora le viti che bloccano la platina posteriore sulle 4 colonnine.

Tolta con cautela la platina, i treni di ingranaggi si presentano come nell'immagine,

"Con judicio, Pedro", come scrive Manzoni, onde evitare di rompere dei pivots sfilo tutti gli assi con le rispettive ruote dai loro alloggiamenti.


 

20

L'esperienza lo rende superfluo, ma potrebbe essere di aiuto sistemare in due cestelli (...della ricotta) diversi le ruote che compongono ciascun treno.

Pongo quindi i cestelli e le platine (...e se non fossero semi distrutti i bariletti) in una vasca di acciaio o plastica e vi verso dentro un detergente a base di ammoniaca ( facilmente reperibile presso i rivenditori di materiale orologiero).

Lascio il tutto immerso per 5 o 6 ore o più e seconda dello stato di sporcizia dei componenti.

   
Nella pagina successiva estraggo la molla dal bariletto



tutti i miei orologi

 
| home | astrario | planetario | regolatori | 8 giorni | 30 ore | orologi solari | laboratorio | revisionare una pendoletta |
| note sulla teoria | tabelle |cookie policy| about me | in vendita | locomotive | orologio di legno | contattatemi
|
E' vietata la riproduzione parziale o totale di questo sito con le seguenti eccezzioni. Il sito può essere scaricato su disco fisso e stampato per uso personale ma senza alcuna alterazione; dovrà peraltro essere stampata su ciascuna copia questa notizia di copiright e l'URL del sito . Le pagine e le immagini che compongono il sito non possono essere incluse in nessun lavoro o pubblicazione, distribuite o copiate con fini commerciali senza l'esplicito consenso dell'autore.