">
home
the home of antique clocks
 
 
homeastrarioplanetarioregolatori8 giorni30 oreorologi solari
Appunti sulla teoria e sulla pratica ( # 49 )
Orologio con ore rivoluzionarie francesi


I DECRETS RELATIFS A L’ÈTLABLISSEMENT DE L’ÈRE REPUBLICAINE nel loro XI capitolo recitano:

decreto

figura 1

Il giorno, da mezzanotte a mezzanotte, è diviso in 10 parti ovvero ore, ciascuna parte in altre dieci, e così di seguito fino alla più piccola parte misurabile.
La centesima parte dell'ora è chiamato minuto decimale; la centesima parte del minuto è chiamata secondo decimale.
Questo articolo sarà valido per gli atti pubblici a partire dal 1° Vendèmiaire, anno terzo della Repubblica.

E così a cambiare con la Rivoluzione francese non furono solo i nomi dei mesi, dei giorni, della "settimana" ( la cui durata divenne di 10 giorni) , ma anche la durata, rispetto a quella convenzionale . delle ore , minuti e secondi.

Il nuovo sistema di misurazione del tempo fu adottato con l'avvento della Prima Repubblica.

I matematici furono invitati ad individuare un corretto sistema di misurazione del tempo in decimali, ed gli uomini di lettere ebbero il compito di trovare dei nomi che si adattassero musicalmente e "visivamente" ai nuovi nomi dei mesi, settimane, giorni ecc.

Non appena le nuove leggi Repubblicane in materia furono applicate, regnò ( che tremenda nemesi in un solo nome) una gran confusione.

Avendo dato un appuntamento alla ragazza , il ritardo dovuto all'utilizzo di differenti sistemi del computo delle ore, avrebbe potuto portare alla rottura di un felice fidanzamento....

Per facilitare le cose, entrambi i sistemi delle ore, sia quelle rivoluzionarie, sia quelle convenzionali convissero per alcun tempo, ma solo fino al 1° gennaio 1806 quando l'imperatore Napoleone I decise di ripristinare il sistema convenzionale della misura del tempo ed abolire definitivamente quello repubblicano (...con grande soddisfazione dei lavoratori la cui "settimana" lavorativa era diventata di 9 giorni prima del riposo festivo).

Durante il periodo di transizione furono costruiti orologi con quadranti che portavano indicazioni di entrambi i sistemi delle ore.

Una persona conosciuta via Internet mi ha chiesto della mia disponibilità di costruire un orologio che mostrasse le ore rivoluzionarie ; ed io , naturalmente, ho preso tempo.

Ragionando sul problema, mi sono venute a mente tutte le formule possibili ed immaginabili per disegnare un orologio con queste nuove caratteristiche; ho visitato infruttuosamente siti internet nella speranza di ricavare qualche informazione, fino a quando mi sono reso conto che con un semplice accorgimento avrai potuto risolvere facilmente il problema.

Le mie attenzioni erano rivolte al fatto che avrei dovuto costruire prima un orologio con le ore rivoluzionarie e poi, eventualmente, apportare le modifiche per rendere leggibili anche quelle convenzionali.

KISS = keep it simple, stupid!

...e cosa di più semplice se non utilizzare un orologio con le ore convenzionali ed apportare le modifiche per la lettura delle ore rivoluzionarie.

Con alcuni calcoli ho determinato il nuovo lay-out della minuteria.

 

figura 2

Le linee guida del mio ragionamento sono state:

1- considerato un normale orologio, il suo asse di centro compie un giro in una ora convenzionale ( d'ora innanzi Conv.). ed ho quindi già disponibile la lancetta dei minuti Conv.
2- la lancetta delle ore sul quadrante di un orologio rivoluzionario (d'ora innanzi Rivol.) compie un giro (1 giorno completo) in 10 ore Rivol.
3- possiamo far fare sullo stesso quadrante un giro alla lancetta delle ore Conv. che indicherà il trascorrere di 1 giorno completo, ovvero 24 ore Conv.

4- deduciamo che indicando suddivisioni diverse la stessa lancetta delle ore può servire entrambi i sistemi.
5-
con opportuni riduzioni aggiungiamo una lancetta dei minuti Rivol. che compia 1/10 di giro ogni giro della lancetta delle ore (che come abbiamo detto è la stessa per entrambi i sistemi).

E quindi

1- il cannone dell'asse di centro che porta la lancetta dei minuti Conv.( e che compie un giro in una ora Conv) ingrana la sua ruota di 30 denti con una di 60 sul cui asse sono anche fissate un'altra ruota con 30 denti ed un pignone con 7 ali.

2- il pignone con sette ali ingrana a sua volta con la ruota dentata di 84 denti fissata sul cannone che porta la lancetta delle ore: 30/60 x 7/84 =0,041666666666666666666666666666667 = 1/24; questo cannone compie un giro ogni 24 del cannone fissato alla ruota di centro.
Su di esso andrà fissata la lancetta delle ore che deve compiere 1 giro in 24 ore Conv. corrispondenti a 10 ore Rivol.

 

figura 3

3- il treno 30/60 x 30/36 genera una variazione di giri di 0,41666666666666666666666666666667 ovvero di 2,4 giri del cannone su cui è fissata la ruota da 36 denti, ogni giro del cannone fissato sulla ruota di centro. Su questo cannone ho fissatola lancetta dei minuti Rivol.
Volendo mantenere le parti originali, oltre alla minuteria rappresentata in figura 3 ,ho deciso di costruire anche un nuovo quadrante.

Il committente ha espresso il desiderio che le ore Rivol. fossero indicate con i numeri Romani e quelle Conv. con i numeri arabi.
T
emendo inoltre che si potesse generare una confusione maggiore di quella già prevedibile ha suggerito di incidere sul quadrante le V Rivol. in corrispondenza della posizione occupata usualmente dalle 12 Conv.

La logica avrebbe previsto che quel posto fosse occupato dalle X Rivol. che rappresentano l'inizio del giorno, ma allora in quella posizione avrei dovuto far coincidere anche le 24 e tutte le nostre abitudini per quello che riguarda la lettura delle ore Conv. sarebbero andate irrimediabilmente perse.


fig. 4
cliccate la foto per ingrandirla

La figura 4 mostra come è stato fissato il nuovo treno della minuteria.

La vicinanza delle ruote con 30 e 36 denti è solo un effetto fotografico.

Per garantire un corretto ingranamento di 3 coppie di ingranaggi contemporaneamente, è stato necessario un accurato calcolo del modulo da impiegare per ciascuna coppia in funzione del comune interasse.

Nella fotografia non risultano ancora presenti i cricchetti. Ma al momento di montarli e nonostante gli intensi studi di fattibilità ( ...si fa per dire) del lavoro, mi sono reso conto che il cricchetto del treno della suoneria si scontrava con la ruota della minuteria da 84 denti ed ho dovuto quindi spostarlo in un'altra posizione.




fig 5
cliccate la foto per ingrandirla

La figura 5 mostra il quadrante con tutte le sue lancette, mentre la # 6 l'orologio completo.

La lancetta delle ore è pitturata di nero nella parte più vicina al centro mentre quella più esterna è dorata. La finestrella a forma di anello consente le lettura delle ore Conv. ( al momento le 19 mentre la parte dorata indica le ore Rivol. ( al momento le 8).

La lancetta dei minuti rivoluzionari è dorata ed al momento indica i 7 minuti (quasi gli 8).

La lancette dei minuti convenzionali è dipinta di nero ed al momento indica i 28 minuti (quasi i 29)

Date le dimensioni del quadrante non mi è stato possibile incidere i numeri relativi ad entrambi gli anelli dei minuti.


fig 6
cliccate la foto per ingrandirla
La prossima volta parliamo di come far suonare i rintocchi all'ora esatta



tutti i miei orologi

 
| home | astrario | planetario | regolatori | 8 giorni | 30 ore | orologi solari | laboratorio | revisionare una pendoletta |
| note sulla teoria | tabelle |cookie policy| about me | in vendita | locomotive | orologio di legno | contattatemi
|
E' vietata la riproduzione parziale o totale di questo sito con le seguenti eccezzioni. Il sito può essere scaricato su disco fisso e stampato per uso personale ma senza alcuna alterazione; dovrà peraltro essere stampata su ciascuna copia questa notizia di copiright e l'URL del sito . Le pagine e le immagini che compongono il sito non possono essere incluse in nessun lavoro o pubblicazione, distribuite o copiate con fini commerciali senza l'esplicito consenso dell'autore.